I consigli di McNabb (Vanguard) sulla volatilità dei mercati.

Se si sta guardando la recente correzione del mercato e ci si chiede cosa fare, si deve considerare e capire la volatilità invece di cambiare il proprio piano finanziario.
Spesso, la cosa più saggia da fare, durante i periodi di estrema volatilità dei mercati, è quello di rimanere con il piano di investimenti che avete già studiato, osserva Bill McNabb, Presidente Vanguard e amministratore delegato.
“I mercati azionari hanno tratto guadagni considerevoli nel corso degli ultimi anni. Tali battute d’arresto, sono sicuramente snervanti, ma inevitabili”.
Una prescrizione “non fare nulla” potrebbe essere difficile da “ingoiare”, se siete stati presi alla sprovvista dalla recente volatilità. Ma il signor McNabb fa notare che nessuna azione è una decisione attiva, e può essere la decisione giusta per raggiungere gli obiettivi finanziari a lungo termine.
Qui ci sono alcune semplici regole per aiutarvi in questo attacco di febbre:
  1. Riconoscere che la volatilità e le correzioni periodiche sono comuni nei mercati azionari.
  2. rimuovere l’emozione e continuare ad investire;
  3. cercare di non guardare i vostri conti ogni giorno. E ‘inutile e può fare più male che bene
Se si investe regolarmente attraverso la detrazione sullo stipendio, un piano di investimento automatico, o di un fondo target-date, si deve considerare la volatilità del mercato un aiuto all’obiettivo da raggiungere.
Se il vostro portafoglio è ampiamente diversificato e si ha il giusto equilibrio per gli obiettivi prefissati, orizzonte temporale, e livello di rischio appropriato e adeguato, attaccare è una mossa saggia.
“Perché nessuno sa cosa ci riserva il futuro, una strategia globale e diversificata può essere vantaggiosa rispetto  a spostare troppo in qualsiasi direzione”, afferma McNabb.
Fonte: Vanguard
  • Tutti gli investimenti sono soggetto al rischio, tra cui la possibile perdita del denaro di chi investe.
  • La diversificazione non garantisce un profitto e/o protegge contro una perdita.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *